Contatore per sito
Il Corriere delle Cinque Stelle

Dal NON-Statuto
allo Statuto del Presidente

lo_statuto.jpg 


un ragionamento interno di RobertoB

Questo articolo rappresenta la posizione personale di un attivista che prende spunto da un argomento interessante dibattuto. Ed è disposto ad integrare il tutto.

 
 

Prima di tutto scomodiamo le definizioni. Cosa è uno STATUTO e a cosa serve?
Sentiamo WIKIPEDIA che ha sempre ragione :

Uno statuto (dal latino statutum, participio passato neutro di statuĕre, 'stabilire'), in diritto, è l'atto giuridico fondamentale che disciplina l'organizzazione e il funzionamento di un ente pubblico o privato.
Nell'Ottocento veniva definita statuto una carta costituzionale ottriata (cioè concessa da un sovrano e non da un'assemblea elettiva), ma il termine viene oggi riferito solo agli enti diversi dallo Stato, per il quale si preferisce, quando ve ne sono i requisiti, parlare di costituzione.


Bene quindi una Associazione Politica o un Movimento o quel che volete ha bisogno di uno Statuto per indicare al mondo intero che senso ha la sua presenza. Chi sono, cosa faccio, cosa voglio ottenere con i miei iscritti/soci.

Da attivista simpatizzante del primo movimento fui colpito dalla presenza del primo NON-STATUTO scritto per un NON-PARTITO con dei NON-TESSERATI.
Una serie di NON che NON mi faceva capire tutto, ma era sicuramente affascinante. Ed era il 10 dicembre 2009.

Poi il NON-STATUTO ebbe una evoluzione in STATUTO con tanto di Carta Bollata e Notaio, poi vennero gli stati generali, poi l'evoluzione in STATUTO proposto da Conte che ad oggi 9 settembre 2021 rappresenta la trasformzione di un Movimento a trazione Garante in un Partito a trazione Presidente.

Parlare di Statuto sarebbe riduttivo in quanto esistono poi regolamenti etc.. ma a mio parere è utile fare un confronto tra le diverse versioni presenti dal 2009 a oggi affinchè una qualsiasi nuova forma politica che volesse riproposi come "il Movimento originale" possa ispirarsi proprio a qualche "versione precedente" rispetto l'attuale evitando forse l'evoluzione a partito. Evouzione che a me non piace.

Sia chiaro, non contesto l'evoluzione e ne il risultato, ampiamente approvato con la Democrazia Diretta come richiesto agli iscritti dell'attuale Movimento 2050.
Contesto come ci si è arrivati cancellando parti di concetti innovativi che facevano del Movimento qualcosa di unico nel panorama politco italiano.

Questa analisi, quindi, serve solo per valutare in modo oggettivo e non emotivo (da ultras del Movimento che fu) cosa è cambiato e soprattutto cosa è cambiato in peggio.

Il tentativo di migliorare l'ultimo statuto Mov 2050 fu fatto anche attraverso il Blog delle Stelle dove furono raccolti dei contributi inviati poi alla mail del Movimento 2050.
Questo, allo scopo di "modificare" la proposta dello Statuto Conte venendo incontro agli errori considerati troppo "verticistici" proposto con la figura del Presidente.
Probabilmente non tutti i feedback inviati furono letti e/o applicati e la modifica rispetto la versione pubblicata fu minima.
Storico fu l'incontro con "Parola ai Cittadini" dove alcuni attivisti provarono a spiegare in ben 18 punti il NO a tale evoluzione. Ma questo non fu ascoltato.
Nessun probema. In ogni caso le proposte dei Blog delle Stell che raccolsi le trovate in questo articolo LINK

Per entare nel merito del confronto ho fatto una noiosissima tabella dove è possibile confrontare gli articoli e la loro evoluzione dal NON STATUTO allo statuto di Conte del 2021. E oltre (ma questo non lo pubblicherò)
Ai diretti interessati, essendo un documento Word difficile da incollare nella pagina WEB, posso inviare su richiesta i dettagli oppure, se possibile, aggiornerò la pagina WEB anche se presumo possa essere poco leggibile

Volendo però estrarre un paio di cose interessanti cosa cambia nel tempo e cosa NON è ancora cambiato che secondo me sarebbe dovuto cambiare?
Tante cose.

Una cosa importante è 'evoluzione della Associazione da un "BLOG" ad un luogo fisico. Ovvero ad una sede più o meno prestigiosa. Chiaro che un BLOG costa poco, un superattico in centro a Roma già costa qualche RdC in più.
La durata, Teoricamene ILLIMITATA, anche se non tutte le versioni lo esplicitano

La proprietà del simbolo che non deve essere di una persona fisica ma della associazone stessa. (avete mai sentito dire ad un politico di qualsiasi razza... il simbolo è MIO ! un poco come il personaggio del Signore degli Anelli che indicava "il mio tesooooorooooo...."

Sui principi e modalità ci si può sbizzarrire ma sicuramnte il Movimento almeno sulla carta ha sempre espresso una linea guida precisa. Cinque stelle da seguire e Democrazia Diretta a tutti i livelli. La versione Conte rispetto le precedenti ha però espresso con maggior dettaglio ed enfasi alcuni aspetti ulteriori non presenti nei precedenti statuti. Anche perchè, come direbbero i soliti maligni, se chiami Vaffa-Day un incontro difficilmente puoi mettere nello statuto un paragrafo dedicato all'"uso delle parole.

Per il tema degli iscritti tuttora si è rimasti ad un generico accesso ad una piattaforma (ieri Rousseau, oggi non si sa ) che non rilasciava nessun numero di tessera (ovvero nessuna ricevuta della effettiva iscrizione). In questi anni comunque si è lasciato fare al mondo WEB "paperless" con tutti i limiti del caso. Le regole e i vincoli degli iscritti e dei candidati sono rimaste nel tempo abbastanza complete e coerenti. Forse nella ultima versione Conte non si fa cenno esplicito alla "incompatibilità" per alcuni ambiti (Es iscrizione alla massoneria)

Sul Finanzlamento esiste un sottile filo continuo dal NON STATUTO al MOV 2050 che conferma una coerenza di fondo. In sostanza NON vogliamo soldi dallo stato vogliamo farcela da soli.
Impegno lodevole ma come ci sia aspetta non è cosi facile partire senza soldi. Qui un LINK per una analisi della Massaia di Voghera.

Sulla Democrazia Diretta partecipata sulla carta nulla è cambiato. Il Movimento e le sue evoluzioni considerano questo punto come essenziale e più importante di tanti altri punti dividisi (che ne so, i due mandati, il green pass, il finanziamento, etc..) proprio perchè il Movimento nasce dalla pulsione degli iscritti di voler dire la loro a tutti i costi.

Oltre agli organi direttivi minimi praticamente obbligatori (Assemblea, Provibiri, Comitato Garanzia, Tesoriere, etc..) un punto SOSTANZIALE di evoluzione è la figura del CAPO
Si è passati da un generico Capo di fatto Beppe Grillo (fondatore) alla esigenza formale e legale di un "capo Politco" (e fu votato Luigi Di Maio) ad un "capo politico ad iterim" (Il Reggente)  e fu mantenuto Vito Crimi ad oltranza fino a passare ad un DIRETTORIO (non esiste il capo ma un insieme di persone di pari livello... giusto per non avere un uomo al potere) fino alla evoluzione nella figura del Presidente (che è capo e tutto il resto in un colpo solo)
Proprio questa ultima evoluzione, che ha sconfessato e mai permesso l'attuazione del direttorio, che ha creato una rottura tra anime diverse del Movimento.
Rottura che nessuna potentissima colla potrà mai sanare. E anche se fosse, il vaso resterebbe con cicatrici ben visibii (e non così belle come le opere d'arte giapponesi dove queste sono sanate con dell'oro)

Resta immutata la figura del Garante e fondatore.. che può avere senso per come è nato il Movimento ma non ha senso per un partito tradizionale perchè nella pratica non esiste nessuno al di sopra degli altri ovvero "nessuno al di sopra della Legge".

Cosa diversa per il Comitato di Garanzia (il vero Garante) e Colleggio dei Provibiri e il Tesoriere, che essendo un obbligo, devono essere presenti in ogni forma di statuto (tranne il non-Statuto).

Rispetto i precedenti statuti la versione Conte esplicita degli Articoli dedicati espressamente Gruppi Territoriali, Forum, Assemblea Nazionale e Cosiglio Nazionale, Organo di Controllo, Comitati e Scuola di Formazione.

Tutti aspetti interessanti che sarebbe bene ereditare in uno Statuto di una Associazione Politica che i volesse proporre per il prossimo futuro.

Ora il punto è.

Siamo pronti a creare un Soggetto Politico che accolga le migliori soluzioni che provengono dalla esperienza del Movimento "originale", le buone proposte degli Stati Generali ed alcune proposte dello Statuto Conte ?

Perchè diciamocela tutta. Lo Statuto perfetto non esiste, ma uno statuto con meno errori del precedente si può ancora fare


Aggiornamento 9-9-2021
Allego versione PDF che raccoglie il testo di tutte le versioni pubbliche dello Statuto utili ad una analisi comparativa e alla successiva selezione delle componenti più rappresentative della Associazione
Il documento è una libera interpretazione personale e non rappresenta alcuna decisione dei soggetti politici indicati ma a solo una analisi "asettica" dei contenuti

Il Link è il seguente. Nel caso di errori o omissioni cortesemente contattatemi per le modifiche del caso.



Le foto presenti su questo sito sono state in larga parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da comunicalrlo al postmaster@corrierecinquestelle.it e provvederemo alla immediata rimozione.